Grafica e Spiritualità

Grafica alla ricerca della Spiritualità

Presentazione

   skmbt_c45108120111010p1

La spiritualità nell’arte di Giovanni Mambelli

Note di Francesco Giuliari

“L‘arte è il prodotto di un cerimoniale e trascurarne l’intelaiatura intellettuale per ridurla ai suoi elementi fisici è un gesto barbaro, come servirsi di una stola sacerdotale per spolverare…”

E’ una considerazione trattada un celebre saggio (La s-definizione dell’arte) di H.Rosember che si adatta alla perfezione all’arte di Giovanni Mambelli. Tutto ciò che quest’autore produce, dall’incisione all’acquaforte, al collage, al dipinto, appare con chiarezza pervaso da una forte carica di spiritualità, una spiritualità legata alle religioni orientali, come il buddismo, ma dalla quale non è estranea l’influenza del cristianesimo.

Ma via via che si approfondisce la conoscenza dell’autore, ci si rende conto che quello che appare un forte interesse per le religioni nasconde un interesse precipuo, commosso e partecipe: quello per l’umano, per l’uomo e il suo ineluttabile destino, per il mondo animale, una sorta di pietà creaturale degna del più puro francescanesimo.

Per quanto attiene al suo linguaggio espressivo cioè le tecniche che servono ad oggettivare, a rendere visibile la costruzione mentale dell’artista, appare stupefacente come la più stretta figurazione possa evolversi con semplicità e naturalezza, senza forzatura alcuna, nell’astrazione assoluta. Sembra di seguire passo passo la lezione di Kandiskij, tanto che si è portati ad abbandonare con naturalezza la ricerca e la lettura dell’oggetto per assaporare il ritmo formale e cromatico dell’immagine divenuta, grazie alla magica capacità dell’artista, una sorta di pentagramma figurato.

*****

viandande1

Giovanni Mambelli

grafico, incisore e pittore

lavora in Via Bufalini n.33 Forlì tel.0543/36685- segr. 0543/60382 indirizzo e-mail

gio.mambelli@gmail.com

E’ inserito nel Repertorio degli Incisori Italiani di Bagnacavallo (RA) dal 1993.  Gabinetto stampe.

Socio dell’A.I.E.R. diventata nel 2009 A.L.I(Associazione Liberi Incisori)di Bologna dal 1999.  Inizia la sua attività artistica nel 1988 e fino al 2000 ha quasi sempre titolato le personali : “TRA CIELO E MARE” allusivo all’origine della vita. I temi trattati dalle sue diverse mostre si deducono da alcune presentazioni: “UN PONTE FRA CIELO E TERRA”… “PER QUELL’AMORE CHE…”..”PER UNA CITTA’ NUOVA” fino ad arrivare a “LO SPIRITO NELLA MATERIA” del mese di febbraio 2007 a Ferrara e di luglio dello stesso anno a Migliarino(FE) con la presentazione/conferenza di Stecca Claudio.
“Tutta la sua attività artistica è espressione di una ricerca e di un cammino carico di domande e supposizioni aperte al dialogo su temi esistenziali nella massima libertà di pensiero”

Annunci
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: